Scuola italiana statale di Madrid

Il percorso completo della Scuola statale italiana di Madrid comincia dall’età di 3 anni e termina a 18 anni, con l’Esame di Stato, che dà l’accesso all’Università. Un lungo percorso che accompagna gradualmente e con coerenza tutte le fasi evolutive della crescita e della formazione, seguendo le linee della tradizione scolastica italiana, basata sull’equilibrio di discipline ben armonizzate tra loro e tutte convergenti su un obiettivo preciso e collaudato: formare persone colte, non passivamente integrate nella società contemporanea, ma autonome, critiche, consapevoli di diritti e doveri, attente ai cambiamenti sociali, interpreti sensibili di un passato ricco di storia, ma anche capaci di elaborare modelli compatibili e sostenibili per il domani, nel rispetto delle persone con tutte le loro diversità e dell’ambiente.

Nell’a.s. 2017-2018 gli allievi che frequentano l’Istituto sono 784, la maggioranza residente a Madrid o nella prima cintura. La popolazione studentesca è costituita da una percentuale sostanzialmente equilibrata di maschi (49%) e di femmine (51%) con una distribuzione pressoché costante nella scuola primaria e secondaria di primo grado e una lieve inversione di tendenza nel Liceo. Gli allievi di nazionalità spagnola rappresentano il 35% contro il 25% di italiani, la maggioranza degli allievi ha doppia nazionalità (42% italo-spagnola). Le altre nazionalità presenti (irlandese, rumena, scozzese, statunitense, svedese, tedesca) rappresentano una percentuale esigua.

PROGETTO FORMATIVO GENERALE La specifica realtà della Scuola statale italiana di Madrid, istituzione bilingue e biculturale di respiro europeo, costituisce la premessa del Piano dell’Offerta Formativa la cui principale finalità è la promozione e la diffusione della lingua e della cultura italiana, favorisce la piena integrazione delle due principali componenti (italiana e spagnola) in funzione del pieno sviluppo della persona in formazione. Lo sviluppo di competenze linguistiche ampie e sicure è una condizione indispensabile per la crescita della persona e per l’esercizio pieno della cittadinanza, per l’accesso critico a tutti gli ambiti culturali e per il raggiungimento del successo scolastico in ogni settore di studio. Questo aspetto è particolarmente importante nel nostro istituto, dove l’apprendimento della lingua avviene in uno spazio caratterizzato da una varietà di elementi come la presenza maggioritaria di alunni ispanofoni, così come la compresenza nel curricolo dell’insegnamento della lingua e della cultura spagnola.

La scuola è stata fondata nel 1940; dopo la fine della guerra è stata scelta dalle famiglie che cercavano un’educazione libera e aperta per i loro figli.

Alla sua fondazione la scuola era ospitata nel palazzo che ora ospita il consolato italiano; dal 1975 si è spostata nell’edificio a fianco, appositamente ristrutturato. La scuola si trova nel barrio di Chamberì, un’area centrale con forte tradizione culturale.