Recensioni

Categoria 15-18 anni

Nel mare ci sono i coccodrilli

Recensione a cura di Abdallah, classe II, liceo statale italiano I.M.I. Istanbul - Turchia "Nel mare ci sono i coccodrilli" di Fabio Geda racconta la storia di Enaiatollah Akbari, nato nell’Afghanistan torturato dalle guerre. Viene descritta la sua vita dalla sua...

leggi tutto

L’amica geniale

Elena Ferrante, L'amica geniale, Edizioni e/o, 2011 “L’amica geniale” è il primo volume della tetralogia di Elena Ferrante. Nonostante il segreto sull’identità dell’autore di questi libri, la tetralogia viene considerata come una storia “al femminile“. È un racconto...

leggi tutto

L’Arminuta

Donatella Di Pietrantonio, L'Arminuta, Einaudi, 2017 Con il suo romanzo “L’Arminuta”, Donatella Di Pietrantonio riesce a raggiungere non solo le case di molti Italiani, ma anche ad oltrepassare i confini arrivando nel cuore d’Europa, in Slovacchia. Fin dalle prime...

leggi tutto

Resto qui

Recensioni degli studenti componenti della Giuria del Premio Strega Giovani 2018 [Recensione di Michael, classe 4^ G, Scuola Italiana Statale di Addis Abeba - Etiopia] Una donna. Un piccolo paese confinante con la Svizzera e Austria che cessò di esistere per via di...

leggi tutto

Questa sera è già domani

Recensioni degli studenti componenti della Giuria del Premio Strega Giovani 2018 [Recensione di Katia, classe 4^ C, Scuola Italiana Statale di Addis Abeba - Etiopia] Questo romanzo è ambientato a Genova e si snoda prima e durante i difficili momenti della dittatura...

leggi tutto

Dal tuo terrazzo si vede casa mia

Miglior recensione della Giuria del Premio Strega Giovani 2018 [Recensione di Kal Awoke, classe 3^ C, Scuola Italiana Statale di Addis Abeba - Etiopia] Dal tuo terrazzo si vede casa mia è una raccolta di racconti il cui protagonista è «l’albanese». «L’albanese» non è...

leggi tutto

La madre di Eva

Recensioni degli studenti componenti della Giuria del Premio Strega Giovani 2018 [Recensione di Gioia, classe 3^ C, Scuola Italiana Statale di Addis Abeba - Etiopia] In questo mondo, il più delle volte si pensa che le disgrazie capitino solo a “gli altri” e non a noi,...

leggi tutto

Novecento

T.D. Lemon. Era la scritta sulla scatola in cui era stato lasciato da neonato sul pianoforte della prima classe. A trovarlo, era stato quel vecchio marinaio, Danny Boodman, che prese il bambino in braccio e gli disse “Hello Lemon!”. E gli scattò quel qualcosa dentro, un po’ come se fosse diventato padre.

leggi tutto